Benvenuti nel mondo delle Parole Controvento

Parole Controvento è un’associazione di promozione sociale, con lo scopo di essere una palestra per le idee.
Se è vero che “ci vuole un fisico bestiale per resistere agli urti della vita”, come cantava Carboni; anche avere un pensiero tonico, elastico e allenato aiuta parecchio!
I nostri attrezzi sono le penne, i copioni, le note, i sipari, le luci, gli autori, il cuore, la voglia di fare gruppo, la curiosità di andare oltre.  E poi ancora, la capacità di vedere in ciò che ci divide o ci spaventa un punto di partenza.
Ma alla base delle Parole Controvento c’è un’idea precisa: progettare insieme un piano affinché nessuno resti indietro.
Il “programma” della nostra palestra è “dislocato” sul territorio italiano tra Roma, Milano e Trieste…arrivare all’estero è un attimo, insomma!
Non possiamo garantire sulla prova costume, ma certamente avrete parecchio di cui parlare!

Chi sono le Parole Controvento

La nostra missione: raccontare attraverso il teatro, la scrittura e le immagini, un mondo che raccoglie diverse sensibilità

La nostra filosofia: immaginare un luogo dove diversi linguaggi possano unirsi in un unico talento

Le nostre promesse: ci metteremo sempre il cuore

Gli ingredienti delle Parole Controvento

Solidarietà 90%
Arte 95%
Inclusione 85%
Cultura 75%

La Rosa dei Venti

Fabrizio Caperchi
Fabrizio CaperchiPresidente
Figlio di artisti, da diversi anni si occupa di teatro amatoriale. Una passione che lo ha portato a fondare una webzine che si occupa di cultura e a diventare un raffinato fotografo di scena.
Vincenzo Rotondo
Vincenzo RotondoVice Presidente
Da bambino voleva guarire i ciliegi… poi ha capito che era più facile farli sorridere. Appassionato di teatro e di spettacolo in generale. Passando dal teatro alla televisione ha sempre coltivato la sua dramatis personae che si completa nella sua aspirazione alla regia.
Linamaria Palumbo
Linamaria PalumboSegretario
Da quando, dodicenne, ha cominciato a muovere i primi passi nell compagnia teatrale del paese, non si è più fermata. Dams, corsi e ricorsi. Dal palco al dietro le quinte andata e ritorno. Oggi un po’ scrive, un po’ racconta, un po’ ricerca.