Abbiamo aspettato due giorni per scrivere questo post perché lo stato d’animo non ci consentiva una giusta lucidità.
Da ieri abbiamo dovuto interrompere le attività della nostra associazione.
Eravamo a marzo: Chiudete tutto!!! Fatto!
A settembre: Riaprite ma con numero ridottissimo di soci. Fatto!
Riaprite ma inventatevi tavoli singoli se fate corsi. Fatto!
Riaprite ma misurate la temperatura, tracciate le presenze, mettete detergente ovunque. Fatto!
Pulite e disinfettate tra un’attività e l’altra. Fatto!
Bene avete fatto tutto? Si
Ottimo, ora potete chiudere.
Nei due giorni successivi siamo rimasti a bocca aperta perché non ci volevamo credere nemmeno noi.
Intendiamoci, siamo responsabili della nostra salute e quella dei nostri soci e quindi rispetteremo in modo ligio le nuove disposizioni ma, lasciatecelo dire, NON CONDIVIDIAMO in alcun modo questo Decreto.
I numeri sono in costante aumento e questo non possiamo negarlo ma prima di chiudere palestre, centri culturali, teatri e cinema forse è il caso di colpire altre sacche.
Ora che abbiamo abbaiato alla luna torniamo a cuccia ed aspettiamo tempi migliori.
Nel frattempo stiamo già pensando ad un insieme di attività da fare online insieme a voi quindi non perdiamoci di vista.
A presto, speriamo!
Le Parole Controvento